Uno dei borghi più affascinanti dell'intera isola d'Ischia è S.Angelo. Scopri questo delizioso borgo!

  • Luoghi ed Attrazioni

Sant'Angelo è un delizioso borgo mediterraneo che si trova nel comune di Serrara Fontana,  è uno dei più affascinanti dell'intera isola d'Ischia. Composto da stradine e vicoli estremamente caratteristici con le case tutte attaccate tra loro, inerpicate sul costone di tufo il borgo di Sant'Angelo è un perfetto esempio di tipica architettura mediterranea.

Cosa fare a Sant'Angelo?

Uno degli aspetti più caratteristici di S.Angelo è la sua struttura, formata da un paesino affacciato sul meraviglioso mare cristallino di Ischia,  collegato ad un isolotto la "Torre di Sant'Angelo" raggiungibile da una sottile lingua di terra. Si tratta di un promontorio di origine vulcanica e sulla parte superiore un tempo sorgeva la chiesa dedicata a San Michele Arcangelo. Il culto dedicato al santo si estese anche al resto dell'isolotto grazie ai monaci Benedettini. In quel tempo, l'isolotto aveva probabilmente una superficie molto più ampia caratterizzata dalla presenza di diversi terrazzi disposti a semicerchio per poter diventare appezzamenti di terreno da coltivare. Quelli esposti a meridione erano impiegati per grano, legumi ed orzo, mentre quelli rivolti verso nord erano particolarmente favorevoli per coltivare frutta, olivi e vigneti.

Il cuore pulsante del borgo di Sant'Angelo è indubbiamente la tipica piazzetta situata nei pressi del romantico porticciolo e su cui si affacciano locali e punti di ristoro caratteristici oltre a diversi negozi di lusso. Non è raro restare incantati di fronte all'immagine da cartolina che offre questo luogo, ricco e vivace soprattutto durante l'estate quando il borgo di Sant Angelo si riempie di turisti e persone in vacanza che si godono la pace e la serenità del territorio.

Il borgo di Sant'Angelo è un posto ricco di storia, con un passato decisamente interessante anche grazie al susseguirsi di colonizzazioni che ha subito. Il territorio particolarmente ricco di sorgenti termali, con terreni molto fertili e coltivabili è presto diventato un villaggio nel quale hanno trovato stabilità pescatori e marinai. In passato, Sant'Angelo divenne un punto di riferimento per la cosiddetta "emigrazione artistica ed intellettuale" per tanti personaggi di spicco. In questo luogo, infatti, erano presenti tolleranza ed accoglienza, oltre ad essere concesse diverse libertà ai visitatori che approdavano. Tra i personaggi più noti ad essere transitato nel piccolo borgo vi è il famoso pittore Werner Gilles. Oltre a lui furono comunque tantissimi gli intellettuali e gli artisti che scelsero questo borgo come cornice perfetta per dedicarsi alle loro attività. Tra gli altri figurano Pablo Neruda, Pier Paolo Pasolini, Mahringer Anton, Rudolf Levy e tanti altri.

Cosa vedere a Sant'Angelo d'Ischia?

Scegliendo di passare le vacanze a Ischia, una visita al borgo di Sant'Angelo è praticamente d'obbligo. Il posto è perfetto per ritagliarsi un momento di pace e di tranquillità, lontani da traffico e ritmi frenetici. Passeggiare tra le vie del paesino, fermarsi a sorseggiare un drink guardando il mare e spostarsi in spiaggia per godersi il sole sono indubbiamente le attività migliori per godere a pieno del vero spirito ischitano.

A Sant'Angelo, inoltre, si trova una delle spiagge più particolari dell'intera isola: quella di Cava Grado. Questa piccola oasi di pace è situata su un tratto di costa molto suggestivo in cui sono presenti anche due parchi termali, particolarmente apprezzati anche dalla cancelliera tedesca Angela Merkel che spesso si ritira sulle coste dell'isola per staccare la spina.

Il 29 settembre è il giorno più importante dell'anno per gli abitanti del borgo perché è quello in cui viene celebrato San Michele Arcangelo. La chiesa dedicata al santo oggi sorge sulla collina della Madonnella, mentre anticamente si trovava in cima all'isolotto su cui oggi si trova la torre di Sant'Angelo. Venne trasferita verso l'interno dopo i bombardamenti subiti dagli inglesi.
In genere i festeggiamenti e le celebrazioni durano un paio di giorni, il 29 e 30 settembre. Il Santo viene portato in processione dopo aver svolto la messa mattutina e passa lungo tutte le strade del paese, con un accompagnamento musicale della Banda del posto. Nella piazzetta di Sant'Angelo viene poi allestito l'altare su cui sarà ospitato il santo per tutta la giornata fino al tramonto. Alla sera, viene svolta una seconda processione per riportare il Santo nella chiesa. Stavolta il rito è ancora più suggestivo perché svolto via mare, con la processione che parte dal piccolo porticciolo del paese, passando per la baia di Sorgeto e la spiaggia dei Maronti. Il tutto viene accompagnato da festeggiamenti, musica e giochi con fuochi d'artificio. Una volta rientrato nel borgo, si chiudono le celebrazioni salutando il Santo con un meraviglioso spettacolo pirotecnico che incanta grandi e piccini.

Come si arriva a Sant'Angelo d'Ischia?

In questo piccolo angolo di paradiso non è consentito l'accesso alle auto, trasformando il paesino in una vera e propria oasi di pace. L'ingresso del paese può essere raggiunto utilizzando la propria auto oppure scegliendo di viaggiare in taxi o con il bus. Scegliendo di arrivare con l'auto sarà necessario lasciare il veicolo in uno dei tre parcheggi a pagamento che si trovano poco fuori il borgo, raggiungibile poi a piedi. Per arrivare in autobus, invece, sono disponibili tre linee, la "Linea 1", la "CD" e la "CS". Per arrivare a Sant'Angelo basterà scendere alla fermata di "Cava Grado". Per arrivare in taxi si può partire da Forio e raggiungere il borgo con una tariffa che si aggira attorno ai 20 Euro. In alternativa, si può arrivare al borgo di Sant'Angelo d'Ischia via mare utilizzando il "Taxi Boat" con partenza da Sorgeto.

  • Share!